Guerra

Patton, generale d’acciaio (1970)

Duramente sconfitte a Kasserine, in Tunisia, nel loro primo scontro con l’”Africa Korps” di Rommel, le forze americane si rifanno allorché il comando della VII Armata viene assunto dal generale George S. Patton. Militare di carriera e più ancora di vocazione, fanatico, arrogante e volgare, ma anche abile e valoroso comandante, Patton, dopo aver conquistato la Sicilia, rivaleggiando con Montgomery, subisce un’eclissi temporanea per aver schiaffeggiato come vigliacco un soldato colto da una crisi nervosa. Sbarcati gli alleati in Normandia, viene affidato a Patton il comando della III Armata, con…


Ciapaiev (1934)

Film biografico sul contadino Ciapaiev che, durante la guerra civile in Urali nel 1919, si rivolta contro le truppe bianche….


L’impero e la gloria – Roaring Currents (2014)

1597, seconda guerra nippo-coreana. La flotta giapponese tenta un nuovo assalto per annientare ciò che resta delle navi da guerra coreane e poter così invadere il regno di Joseon. Ma l’ammiraglio Yi Sun-shi, dapprima imprigionato e torturato dagli uomini del re perché sospettato di tradimento, raduna le 12 navi rimaste e rifiuta la resa: ha in mente un piano temerario per affrontare le 300 e più imbarcazioni dell’esercito dell’invasore.


Sabotatori (1942)

Ingiustamente accusato di sabotaggio in una fabbrica dove lavora, Barry Kane riesce a sfuggire alla polizia per dar la caccia al vero sabotatore, un certo Fry. Durante la fuga, Barry si ritrova nella capanna di un cieco, il quale gli presenta la nipote, Patricia; inizialmente la donna finge di fidarsi di lui, ma in seguito tenta di portarlo dalla polizia. I due continuano a inseguire il vero sabotatore; trasportati da una carovana, carica di artisti da circo, arrivano in una città del sale disabitata e, successivamente, a una festa di…


Senza destino (2005)

Racconto doloroso e dettagliato dell’esistenza in un campo di concentramento attraverso lo sguardo di Gyuri, un giovane ebreo ungherese. Dopo la deportazione del padre in quelli che sono creduti semplicemente campi di lavoro, anche Gyuri viene rastrellato sull’autobus che lo sta portando a scuola. Dopo un periodo passato ad Auschwitz, viene poi spostato a Buchenwald, dove viene perseguitato da un kapo’ ungherese e dove inizia la sua routine di fatica, dolore, sottomissione e degrado: perde i lunghi riccioli neri, dimagrisce progressivamente, spala sassi, trasporta sacchi pesantissimi, si lava di rado,…