Fantasy

Legend (1985)

La pricipessa Lili e l’unicorno bianco vengono rapiti del malefico re delle tenebre. Il pianeta quindi è in pericolo e solo con l’aiuto del coraggioso Jack il bene può ancora trionfare liberando dalle grinfie del male l’unicorno e la principessa.


La bibbia: Jesus (1999)

Gesù, giovane falegname, vive in Galilea con i genitori Maria e Giuseppe. Dopo la morte di quest’ultimo si mette in cammino, intraprendendo un percorso di conoscenza che lo porta, fra l’altro, a incontrare il cugino Giovanni e a farsi battezzare da lui sulle rive del fiume Giordano. Deciso a diffondere il proprio verbo tra la gente, Gesù si sottopone a una durissima prova isolandosi nel deserto e resistendo alle reiterate tentazioni del Demonio, superate le quali compie i primi miracoli. Il numero dei suoi seguaci cresce senza sosta, ed è…


Tropical Malady (2004)

Il giovane soldato Keng e il contadino Tong hanno una vita semplice e felice. Il tempo scorre tra pomeriggi piacevoli con la famiglia di Tong, allegre passeggiate e sortite notturne in città. La loro tranquillità è spezzata dalla scomparsa di Tong e dalla presenza nel paese di un animale selvaggio. Un’antica leggenda del luogo racconta di uomini trasformati in creature selvagge. Keng, armandosi di coraggio, si inoltra da solo nel cuore della giungla…


Wiplala – Un maghetto per amico (2014)

Per il piccolo Johannes Blom, Wiplala non è un amico immaginario ma un omino reale, un mago alto dieci centimetri emerso improvvisamente dalla credenza della cucina. Wiplala fa amicizia anche con il resto della famiglia finché non restringe tutti quanti facendoli divenire persone in miniatura. Ha inizio così per i Blom un’eccitante avventura in un mondo molto più grande di quanto immaginassero.


Faust (2011)

Quarta e ultima parte della tetralogia di Aleksandr Sokurov sulla natura del potere, Faust è l’unico personaggio letterario della partita, dopo Hitler (Moloch), Lenin (Taurus) e Hiroito (Il sole), ma è anche quello contenuto in nuce in tutti gli altri, per il carattere mitico e simbolico che porta in sé. Il regista russo rilegge liberamente tanto l’opera di Goethe che quella di Mann, scegliendo l’ambientazione ottocentesca e mantenendo la lingua tedesca e l’idea tragica di fondo, per cui la condizione umana consisterebbe in un continuo errare. Sokurov inscena, dunque, questa…